Close

Latest Posts

Apri un'officina con noi! Siamo presenti su Aprireinfrachising.it
Vuoi lavorare con noi?
on mar 31, 2021 | by Roberta Speciale
Il futuro della mobilità elettrica
Monopattini, e-bike, skateboard elettrici e altri dispositivi di mobilità personale, si trovano ormai in ogni città...
on gen 12, 2021 | by Marcello Brunaldi
Idrogeno, la nuova frontiera dell’economia «green»: che cos’è, a cosa serve, come si può impiegare
Che cos’è l’idrogeno? L’idrogeno (simbolo chimico H) è l’elemento più diffuso nell’universo. Quasi il 75 per cento...
on gen 12, 2021 | by Gianluca Costantino

Il futuro della mobilità elettrica

Posted on: gen 12, 2021 | Author: Marcello Brunaldi | Categories: MOBILITA' ELETTRICA

Monopattini, e-bike, skateboard elettrici e altri dispositivi di mobilità personale, si trovano ormai in ogni città del mondo. 

 È un dato di fatto che questi popolari mezzi di trasporto rappresentino il presente e il futuro della mobilità.

Il futuro della mobilità elettrica

I progressi tecnologici e digitali, progettati per rendere più facile ed efficiente il compito di passare dal punto A al punto B, plasmeranno il futuro della mobilità. I monopattini elettrici che spuntano per le strade di molte città sono solo l'ultima dimostrazione che la mobilità sta davvero cambiando. Essi però sottolineano anche alcune delle sfide da superare.

 

Il pendolarismo con auto di proprietà, dove c’è un solo passeggero, potrebbe essere limitato. Con l'aumento del servizio di mobilità elettrica e delle città intelligenti, il vostro viaggio mattutino in ufficio potrebbe presto iniziare con una combinazione di opzioni di trasporto intelligenti, che tengono conto delle condizioni del traffico in tempo reale, per portarvi a destinazione il più rapidamente possibile.

 

“Oggi abbiamo diverse opzioni di mobilità a nostra disposizione: ride-sharing, car-sharing, noleggio auto in abbonamento, veicoli autonomi, scooter-sharing, bike-sharing e trasporti pubblici” dice Marcello Brunaldi, creatore del sito Nnhotempo.it.

 

"Se si torna indietro di appena un anno, ognuna di queste modalità era unica", dice Marcello. 

"Ora, in alcuni mercati, è possibile utilizzare un'applicazione di car-sharing e successivamente trovare una soluzione di monopattino-sharing per raggiungere la propria destinazione. Tale processo aiuta le persone a viaggiare nel modo più efficiente e veloce possibile".

 

La tecnologia che spinge queste nuove forme di mobilità è progettata per far muovere le persone in modo più sostenibile. Ma per ottenere i migliori risultati è necessario integrare adeguatamente le nuove modalità nella pianificazione del trasporto urbano e sviluppare normative che affrontino in modo appropriato le nuove forme di viaggio.

 

Nel tentativo di rimanere sempre aggiornati con i propri clienti, alcune compagnie ferroviarie stanno integrando nei loro sistemi delle applicazioni di pianificazione dei trasporti, basate su abbonamenti che permettono di pianificare, prenotare e pagare i propri viaggi sui treni, nonché condividere biciclette, auto e monopattini elettrici.

 

“Il numero di passeggeri negli ultimi anni è calato drasticamente a causa delle nuove opzioni di viaggio, oltre a fattori quali i prezzi del carburante più bassi, l'aumento del telelavoro e la riduzione dei servizi", afferma Brunaldi. 

 

"In futuro le società di trasporti, che già riconoscono questo trend, cercheranno di esplorare tutte le opzioni di mobilità su richiesta, che ad esempio forniscono voucher che coprono i costi delle corse in ride-sharing o del noleggio di monopattini elettrici dalle stazioni ferroviarie. Questo approccio cerca di affrontare diversi inconvenienti, molto comuni anche in Italia, come il prendere un autobus da una fermata del treno, o parcheggiare l’auto nei pressi di una stazione ferroviaria. 

 

L'aggiunta di nuove modalità di trasporto alla mobilità urbana solleva questioni di rischio e di responsabilità. Le società di trasporto, che collaborano con le aziende di sharing mobility, stanno determinando come assegnare in modo appropriato i rischi e le potenziali responsabilità.

 

La sharing mobility è un mercato in via di sviluppo; mentre le normative possono variare a seconda dello stato o del paese, creando una certa confusione nei viaggiatori, la maggior parte delle giurisdizioni impone livelli di protezione standard per gli utilizzatori del servizio. 

 

I monopattini elettrici, come noto, portano una serie di domande sul rischio e sulla responsabilità, dato che le città, gli stati e i paesi, assumono posizioni diverse nei confronti della loro regolamentazione e della loro responsabilità. Con la crescita del numero di monopattini elettrici nelle città di tutto il mondo, sono aumentati anche gli incidenti che li coinvolgono. 

 

“I possessori di monopattini elettrici possono eventualmente stipulare polizze assicurative individuali per coprire le responsabilità associate all'uso del mezzo”, dice Marcello. 

 

La vera sfida sarà quella di capire la forma di trasporto più efficiente, visto quello che sta accadendo. Ecco perché nel futuro dovremo analizzare l'interconnessione con i mezzi elettrici e le smart city, nonché il feedback dei consumatori che utilizzeranno questi dati con le app.

 

Comments (0)

No comment

Add a comment

You need to Login to add comments.

Close